Programma del convegno annuale di Asiac – Gorizia, 5-7 dicembre 2018

È ora disponibile il programma del convegno annuale di ASIAC.

Scarica il programma in formato pdf

The programme of Asiac’s yearly conference is now available in pdf format at the following link:

Asiac Yearly Conference Programme 2018


5 Dicembre 2018 – 5 December 2018

14.00 – Apertura del convegno e saluti accademici / Opening session

Vittorio Tomelleri, Università di Macerata, Presidente ASIAC

Maurizio Fermeglia, Rettore Univ. Trieste (invited)

Sara Tonolo, Direttrice Dispes Univ. Trieste (invited)

Andrea Riggio, Presidente AGEI, Associazione dei Geografi Italiani (invited)

Igor Jelen (Università di Trieste)

14.30 – Keynote speech: Julien Thorez, CNRS UMR, Ivry-sur-Seine

15.00-16.20 – Narratives and state-citizen relationship in the Caucasus

Chair: Francesco Mazzucotelli (Università di Pavia)

Murad Ismayilov (Centre of Development Studies / research fellow at the Central Asia Forum at the University of Cambridge)
The rapprochement between the secular and religious opposition and the evolution of ideas of democracy, secularism, and state-religion separation in the narratives of the Islamic movement in Azerbaijan

Carlo Frappi (Università di Venezia)
Azerbaijan recognition strategies. Aims and means driving the promotion of a ‘good international citizenship’

Giorgio Comai (OBCT/CCI), Sofie Bedford (Institute for Russian and Eurasian Studies, Uppsala University, Sweden)
Victims of double standards: double victimhood and changing narratives in Azerbaijan’s public rhetoric

Discussion

 

16.20-16.40 – Pausa caffé

 

16.40-18.20: Caos-Caucasico: trasformazioni urbane e architettoniche tra memoria, processo e identità

Coordinatore: Marco Falsetti (Università di Roma “Sapienza)

Giusi Ciotoli (Università di Roma “Sapienza)
Il vernacolo caucasico

Antonella Pettorruso (Politecnico di Torino)
Il muro: dalla natura alla città

Andrè Smerdell (Università di Roma “Sapienza)
Sulle vette del Caucaso

Marco Falsetti (Università di Roma “Sapienza)
L’Oriente immaginato: mitologie della “forma nazionale” tra Caucaso ed Asia Centrale

Discussione

 

6 dicembre 2018 – 6 December 2018

9.20-10.40 – Valorizzazione delle risorse idriche: Yazd, Shahrood, Showbak

Coordinatore: Angelo Ferrari (CNR)

Ezio Burri (Università degli Studi L’Aquila/CNR), Andrea Del Bon (Membro del gruppo di ricerca “Qanat Project”), Angelo Ferrari (CNR), Pietro Ragni (CNR)
I qanat nell’area di Shahrood: antichi acquedotti ancora strategici

Ezio Burri (Università degli Studi L’Aquila/CNR), Andrea Del Bon (Membro del gruppo di ricerca “Qanat Project”), Angelo Ferrari (CNR), Pietro Ragni (CNR)
Analisi ambientali e valorizzazione culturale dei qanat di Yazd, patrimonio dell’Umanità (UNESCO)

Ezio Burri (Università degli Studi L’Aquila/CNR), Andrea Del Bon (Membro del gruppo di ricerca “Qanat Project”), Angelo Ferrari (CNR), Pietro Ragni (CNR)
Showbak: valorizzazione degli insediamenti antropici e delle risorse idriche

Discussione

 

10.40-11.00 – Pausa caffé

11.00-13.00 – Dinamiche insediative e costruzione del paesaggio nella valla dell’Arpa (Vayotz Dzor) tra VIII e XIX secolo. Gestione e controllo del territorio sull’asse nord-sud per la Via della Seta

Chair: Margherita Azzari (Università di Firenze – SAGAS)

Michele Nucciotti (Università di Firenze – SAGAS)
Archeologia Leggera: i metodi di indagine territoriale della ricerca in Vaiots Dzor (Armenia, 2014-2017)

Margherita Azzari, Paola Zamperlin (Università di Firenze – SAGAS)
Il paesaggio storico armeno attraverso fonti cartografiche, documentarie e materiali. Strade, ponti e caravanserragli lungo la Via della Seta nella valle dell’Arpa (Vayotz Dzor).

Laura Aiello, Novella Lecci (Università di Firenze – SAGAS)
I villaggi rurali della valle dell’Arpa (Areni, Hors, Arates)

Luschi Cecilia, Francesco Trovatelli (Università di Firenze – SAGAS)
Suscettività sismica e profili di recupero.

Filippo Prodi, Alessandra Vezzi (Università di Firenze – SAGAS)
Le strutture di controllo del territorio

Discussione

11.00-13.00 – Georgia: language and discourse

Giorgi Jgharkava (Ivane Javakhishvili Tbilisi State University)
The Role of Proverbs in the Georgian Political Discourse

Vittorio Tomelleri (Università di Macerata)
Linguistic contacts in the Caucasus: The case of Georgian and Ossetic preverbs

Nato Tsuleiskiri, Irine Chachanidze, Tamar Guchua (Akaki Tsereteli State University)
The Problems of the Language Policy of Georgia of 10s of XX Century in Imereti Press

Nato Akhalaia, Ketevan Lortkipanidze, Zezva Kavtaradze (Ivane Javakhishvili Tbilisi State University)
For the purposes of Teaching foreign learners the Subject Construction in Georgian

Ketevan Gadilia (Russian State University for the Humanities)
Does position have an influence on grammatical meaning? Towards a typology of numeral “one” in Persian and Georgian.

Discussion

 

14.30-16.40 – All’ombra del Caucaso: Ricerche archeologiche in Georgia

Moderatore: Elena Rova (Università Ca’ Foscari di Venezia)

Elena Rova (Università Ca’ Foscari di Venezia)
Usi funerari nel Caucaso Meridionale nell’Età del Bronzo Antico: il caso di Shida Kartli (Georgia)

Vittoria dall’Armellina (Università Ca’ Foscari di Venezia)
La morte dell’eroe: simboli di potere aristocratico nei contesti funerari, dal Caucaso all’Egeo nell’Età del Bronzo

Giovanni Boschian (Dipartimento di Biologia, Università di Pisa)
Il Caucaso meridionale nell’Età del Bronzo al microscopio. Un approccio geoarcheologico all’uso degli insediamenti

Flavia Amato (Scuola di Specializzazione SISBA, Università degli Studi di Trieste)
Ossidiana e selce nel Caucaso meridionale: il caso di Aradetis Orgora

Marta Aquilano (Università Ca’ Foscari di Venezia), Livia Gervasi (Scuola di Specializzazione SISBA, Università degli Studi di Trieste)
Focolari e installazioni da fuoco nell’archeologia del Caucaso meridionale: potenzialità di una classe di materiali solitamente trascurata

Francesco Bianchi (Università Ca’ Foscari di Venezia)
Uno sguardo a Nord-Est: la Turchia Orientale e il Caucaso Meridionale nel Tardo Bronzo

Discussione

Lunch break

14.30-16.30 – Contemporary Central Asia

Chair: Giorgio Comai (OBCT/CCI)

Sona B. Apbasova (Katholische Universität Eichstätt-Ingolstadt)
The curse of Central Asia: transboundary water resources as the cause for regional instability and threat to environmental and human security in Uzbekistan

Ankur Yadav (Jawaharlal Nehru University, New Delhi, India)
Understanding regional priorities in Central Asia: Comparative study of EU, Russia and China

Aigul Kazhenova (Corvinus Center for Central Asia Research, University of Budapest, Hungary)
Failed Intraregional Cooperation in Post-Soviet Central Asia

Christian Eccher (Università di Novi Sad)
Contemporary Kyrgyzstan: dilemmas, disillusions and hopes of a fragile democracy

Pausa caffé

17.10-18-10 – Città in Caucaso del sud

Vincenzo Zenobi
Le trasformazioni urbane di Yerevan nel periodo post-sovietico. Note su élite, economia e retorica della continuità

Aldo Ferrari (Università Ca’ Foscari, Venezia)
Tbilisi multiculturale

Discussione

18.15-19.00 – Assemblea di Asiac

20.00 – Cena sociale / Dinner

7 dicembre 2018/7 December 2018

9.30-10.30

Paolo Ognibene (Università di Bologna)
Questione di metalli: ugro-finnico ed iranico settentrionale

Alessandro Goffi (ricercatore indipendente)
Gli elementi lessicali di origine russa nelle lingue azerbaigiana e calmucca

Discussione

11.00-12.20 – Central Asia / Caucasus / Europe: opportunity and dangers on such millenary cooperation axis

Chair: Igor Jelen (Università di Trieste)

Stephan Barisitz (Nationalbank Oesterreich, Vienna)
Myth and actuality of the Silk Road: geo-economic opportunity vs. and geo-political convenience

Alessando Carile (Italian Military Center for Strategic Studies CeMiSS, past external relations chief, retired)
The issue of security, with particular regard to Uzbekistan-EU relationships

Tommaso Silvestri, Erica Specogna, Francesco Chiavon (Università di Trieste)

Geo-political status of the Caspian Sea

Discussion

12.20-13.00: Concluding remarks

Igor Jelen – Università di Trieste

Vittorio Tomelleri – Università di Macerata, presidente di ASIAC

I commenti sono chiusi.